No Image
No Image
No Image
No Image
No Image
 
No Image
No Image
Tesori nascosti: ultima puntata con Fabio Metz PDF Stampa E-mail
Domenica 29 Gennaio 2017 08:44

Ultimo appuntamento del ciclo denominato "Tesori Nascsoti", quest'oggi gradito ospite in studio sarà il prof. Fabio Metz, che attualmente sta curando la pubblicazione, in collaborazione con il dott. Andrea Guerra, di un corposo volume dedicato alla riscoperta degli organi della ns diocesi. Chi meglio di Lui quindi potrà guidarci in quest'ultimo appuntamento?

Fabio Metz nasce in San Vito al Tagliamento il 4 dicembre 1941. Dopo la laurea insegna filosofia, pedagogia, letteratura italiana e storia presso gli Istituti di istruzione media superiore e materie letterarie presso gli Istituti di istruzione media inferiore del Provveditorato agli Studi di Pordenone. Contemporaneamente, proseguendo indagini già avviate in connessione con la tesi di laurea, dal 1971 si è dedicato, dal 1971, ad un’attività di ricercatore e di pubblicista all’interno di un perimetro geografico interessante, in termini generali, l’ambito della Regione Friuli Venezia Giulia e, più specificamente, il territorio della Provincia di Pordenone.

Frutto di queste indagini, espletate soprattutto in ambito archivistico ed indirizzate ai settori della storia, della storia dell’arte, della storia della musica e della storia della religiosità, sono testimonianza una serie di pubblicazioni. Dal 2002 al 2013, in seguito a formale nomina vescovile, ha svolto le mansioni di aiuto archivista presso l'Archivio Storico Diocesano di Pordenone. Nel 2009 è stato cooptato fra i membri dell'Accademia "San Marco" di Pordenone. Tralasciando i titoli riguardanti settori ed argomenti di carattere storico o artistico, ci si limita alla citazione, e senza pretese di esaustività, dei saggi interessanti, oltre al recupero archivistico della vita e dell’opera di Lazaro Valvasensi (1980), gli organi, gli organisti, i maestri di cappella di San Vito al Tagliamento (1981), di Spilimbergo (1985), Concordia (1989), Meduno (1991), San Marco di Pordenone (1993), Sant’Andrea di Portogruaro 81995), Sacile (1999), San Daniele del Friuli (1999), Chions (2004), San Giorgio di Pordenone (2007), Cavasso Nuovo (2008). Con la preziosa collaborazione del dottor Andrea Guerra per le indispensabili rilevazioni di carattere tecnico, sta ultimando una completa catalogazione di tutti gli organi della diocesi di Concordia-Pordenone che dovrebbe vedere la luce nel corso del corrente 2017.

 
No Image
No Image No Image No Image
No Image
 

Diretta streaming

Clicca sul tasto PLAY per avviare lo streaming
Banner
No Image