No Image
No Image
No Image
No Image
No Image
 
No Image
No Image
Il musicista e il suo strumento: Cristina De Cillia e l'oboe, il 30 marzo PDF Stampa E-mail
Domenica 23 Marzo 2014 13:06

Chi non conosce la splendida melodia di “Gabriels Oboe” tratta dalla colonna sonora del film “Mission” ideata da Ennio Morricone, lo strumento protagonista di questa splendida melodia è l’oboe, al quale è dedicato il tredicesimo appuntamento della trasmissione “Il Musicista ed il suo Strumento”, che va in onda la domenica alle ore 14.00 ed in replica il venerdì successivo alle ore 22.00 dalle frequenze 92.100 Mhz di Radio Voce nel Deserto, oppure in streaming collegandovi al sito www.voceneldeserto.org, a farci conoscere questo splendido strumento sarà la prof.ssa Cristina De Cillia. L'òboe è uno strumento musicale a fiato ad ancia doppia appartenente al gruppo dei legni. Ha un suono leggero e assai penetrante. Di forma conica, è generalmente fatto di ebano (Dalbergia melanoxylon, noto anche come Grenadilla) o, meno frequentemente, di palissandro (Dalbergia nigra, chiamato spesso "legno di rosa" o "brazilian rosewood"). I tasti e la meccanica sono in metallo, generalmente alpacca argentata, nichelata o dorata. L'oboe è utilizzato generalmente nella musica da camera, nelle bande o nelle orchestre sinfoniche, anche come solista; più raramente nel jazz. Tra i principali compositori che hanno scritto musica per lo strumento è possibile ricordare Antonio Vivaldi, Tommaso Albinoni, Johann Sebastian Bach, Alessandro Marcello, Georg Friedrich Händel, Wolfgang Amadeus Mozart, Robert Schumann, Richard Strauss.Molto usato in orchestra, ha impiego anche nella musica da camera (quartetto per oboe e trio d'archi (violino, viola e violoncello) di Wolfgang Amadeus Mozart). L'utilizzo dell'oboe si è oggi diffuso anche nelle colonne sonore nonché nei brani di musica leggera come quelli proposti dal complesso strumentale Rondò Veneziano. Esiste anche un particolare registro d'organo dotato dello stesso nome. Cristina De Cillia nel 2009 ottiene il Diploma Accademico di primo livello con il massimo dei voti sotto la guida del M° Paolo Pellarin presso il conservatorio Jacopo Tomadini di Udine. Nello stesso istituto, nel 2013 si laurea in discipline musicali ( oboe ) ottenendo il Diploma Accademico di II livello con il massimo dei voti e la lode. Dal 2011 è allieva del M° Francesco Di Rosa nell’ambito dei corsi di Alta Formazione presso l’Accademia di Santa Cecilia di Roma. Studia regolarmente con il M° Luca Vignali, con il quale segue i masterclass annuali ed i corsi estivi, dove ha avuto la possibilità di studiare anche con il M° Stefano Rava, il M° Domenico Orlando e il M° Gianluca Pellegrino. Ha collaborato con diverse formazioni musicali, tra le quali: Teatro dell’Opera di Roma (Roma), Jugendsinfonieorchester Steiermark-Litauen (GRAZ), Orchestra Giovanile di Ripatransone (AP), orchestra sinfonica Farra Sinfonietta (GO), Friuli Sinfonietta (UD), Orchestra San Marco (PN), Orchestra Mitteleuropea (UD).Nell’ambito della musica da camera ha formato il Trio Aulos nel quale suona attualmente, in qualità di corno inglese, con Giulia Cristante e Monia De Marco e con il quale svolge intensa e apprezzata attività concertistica in Friuli e in Veneto. Suona inoltre in Barocche Follie Ensemble, raffinato gruppo da camera strumentale e vocale che propone le più interessanti pagine della musica barocca e con il quale ha frequentato una masterclass di musica d’insieme barocca del M° Reinhard Goebel. Nel 2010 è risultata idonea per l’Orchestra Giovanile Italiana alle selezione EUYO-OGI, nel 2011 è stata segnalata all’audizione presso l’Orchestra Haydn di Bolzano, nel 2013 è risultata idonea all’audizione presso la Fondazione Arena di Verona. È docente di oboe presso le scuole di Castions di Strada, Colloredo di Prato, Carlino e Bertiolo. Si è laureata in Filosofia presso l’Università degli studi di Udine.

 
No Image
No Image No Image No Image
No Image
 

Diretta streaming

Clicca sul tasto PLAY per avviare lo streaming
Banner
No Image