No Image
No Image
No Image
No Image
No Image
 
No Image
No Image
Domenica 14 ottobre: ventiquattresimo appuntamento con il "Magnificat" PDF Stampa E-mail
Lunedì 08 Ottobre 2012 11:39

Ci stiamo avvicinando al termine del ciclo grandioso ciclo dedicato al Magnificat, in onda ogni domenica alle ore 14,00 ed in replica il venerdì successivo alle ore 22,00 sulle frequenze ( 92,100 Mhz e 97,500 Mhz) di Radio Voce nel Deserto, oppure in web streaming, e la ventiquattresima puntata ci offre uno “scontro” tra titani, infatti oggi ascolteremo due soli brani, il magnificat per antonomasia ovvero la composizione di Johann Sebastian Bach l’opus BWV 243 in re maggiore a cui seguirà il sontuoso brano di Georg Philip Telemann sempre nella tonalità di re maggiore; il commento e la guida all’ascolto saranno a cura del mo Roberto Zecchinon. Roberto Zecchinon, nasce a Spilimbergo nel 1932 e dal 1952 ha svolto la professione di organista di chiesa in Belgio presso la chiesa di San Francesco d'Assisi in Waterloo, ed è stato parallelamente primo organista della chiesa parrocchiale di Soraga (TN). Dal 1993 è tornato in Italia ed attualmente è organista della Basilica di Santa Maria a Follina (TV), di San Michele a Sacile (PN) e di S. Antonio Abate a Nave (PN). Ha svolto i suoi studi accademici a Udine, Treviso, Venezia, Vicenza e Roma presso il conservatorio di musica "Santa Cecilia" laureandosi poi in organo presso il Reale Conservatorio di Liegi sotto la guida di Jeanne Demessieux, celebre virtuosa allieva di Marcel Dupré. Durante gli studi musicali a Liegi ha pure ricoperto incarichi di organista liturgico in diverse chiese e istruito diversi cori. La sua carriera, pur votata al servizio liturgico, è costellata di centinaia di concerti in tutta Europa sia come solista all'organo che come accompagnatore di celebri cantanti quali Jeanine Eyquem e Jean Van Gorp. Sia in Belgio che in Italia ha effettuato divese registrazioni radiofoniche e discografiche. Con i suoi concerti ha fatto conoscere ed apprezzare all'estero il repertorio organistico italiano: per questo è stato insignito del grado di Cavaliere nell'Ordine "Al Merito della Repubblica Italiana". Prima di lasciare il Belgio, l'Arcivescovo di Malines-Bruxelles e Primate del Belgio, il card. Godfried Danneels, "in segno della sua viva riconoscenza per i servizi resi alla Chiesa", gli ha conferito la massima decorazione della Chiesa Cattolica Belga ovvero la "Croix d'Or de Saint-Rombaut".

 
No Image
No Image No Image No Image
No Image
 

Diretta streaming

Clicca sul tasto PLAY per avviare lo streaming
Banner
No Image