No Image
No Image
No Image
No Image
No Image
 
No Image
No Image
13 maggio: secondo appuntamento con il "Magnificat" PDF Stampa E-mail
Mercoledì 09 Maggio 2012 08:54

Nel secondo appuntamento del grandioso ciclo dedicato al “Magnificat”, in onda ogni domenica alle ore 14,00 ed in replica il venerdì successivo alle ore 22,00 sulle frequenze ( 92,100 MHZ e 97,500 MHZ) di Radio Voce nel Deserto, oppure in streaming sul nostro sito, avremo la presenza discreta ma significativa dello strumento principe della chiesa all’interno dei brani che andremo ad ascoltare; ovvero l’organo. Come ospite in studio quest’oggi ritroveremo il m.o. Mario Scaramucci che commenterà il magnificat V° toni di Jean Titelouze, I° toni di Girolamo Cavazzoni, fuga sopra il magnificat BWV 733 di J. Sebastian Bach ed infine il magnificat di J. Nicolas Geoffry.

Direttore del Coro Polifonico “Città di Pordenone” dal 1996, Mario Scaramucci (nato a Treviso nel 1964) è docente di Teoria e Solfeggio al Conservatorio “Agostino Steffani” di Castelfranco. Già allievo del m° Piol e valente corista del Polifonico pordenonese nonché dal 1984 prezioso aiuto alla direzione in qualità di organista e vice maestro del “Città di Pordenone”, il m° Scaramucci si è diplomato in Organo e composizione organistica, in Musica corale e direzione di coro, e specializzato in clavicembalo al Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia, dove ha studiato sotto la guida di Elsa Bolzonello Zoia e Sergio de Pieri. Ha frequentato corsi di perfezionamento con W. Van de Pol (composizione organistica), Annaberta Conti (clavicembalo), Ireneusz Lukaszewski (direzione di coro), Jürgen Jürgens (direzione di coro), H. Vogel (organo), H. Davidsson (organo), B. Baroffio e N. Albarosa (canto gregoriano). Ha al suo attivo più di novecebto concerti come solista ed in formazioni cameristiche e orchestrali, nonché come direttore di coro e di orchestra, in Italia ed all’estero, alternando tali attività con quelle didattiche e della composizione. Si interessa di problemi inerenti l’interpretazione della musica antica, in particolare di quella cembalo-organistica dei secoli XVI, XVII e XVIII. Nel 1996 ha conseguito il Diploma di Merito al Torneo Internazionale di Musica di Varenna (LC) nella sezione dedicata all’organo. Dal 1983 al 1987 ha collaborato, come cembalista accompagnatore, ai Corsi Estivi Internazionali di Polcenigo (Pordenone). Negli stessi anni è stato docente di Storia ed Estetica musicale presso la scuola di musica “Pietro Edo” di Pordenone. È direttore del Coro Polifonico “Città di Pordenone”, del Coro femminile “Primo Vere” di Porcia (PN) e pianista accompagnatore del “Chancel Choir” della base USAF di Aviano.

 
No Image
No Image No Image No Image
No Image
 

Diretta streaming

Clicca sul tasto PLAY per avviare lo streaming
Banner
No Image